0.3 C
Rome
lunedì, Marzo 8, 2021

Recovery Plan, i sindacati chiedono un tavolo permanente al Governo

ROMA (ITALPRESS) – Coinvolgimento delle parti sociali nella fase di predisposizione e implementazione del Piano, un tavolo di confronto permanente per monitorarne l’attuazione, definire la governance. E’ quanto hanno chiesto i sindacati al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso di un incontro in videoconferenza sul Recovery Plan. Un confronto atteso da tempo durato oltre tre ore e dove erano presenti, oltre ai segretari di Cgil, Cisl e Uil Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Pierpaolo Bombardieri, il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo e il ministro per il Sud e la coesione territoriale, Giuseppe Provenzano.
Si tratta, fanno sapere da Palazzo Chigi, del primo di una serie di incontri con parti sociali, categorie produttive e Regioni, il premier ringraziando i sindacati per il contributo dato al Paese in questi mesi difficili, ha assicurato di aver affinato la visione strategica del Recovery Fund per liberare il potenziale della crescita economica. “Nell’incontro abbiamo chiesto e ottenuto di entrare nel merito, di avviare nei prossimi giorni un confronto serrato sui contenuti del piano e delle diverse missioni, al fine di condividere i progetti da presentare a Bruxelles per dare lavoro stabile e di qualità ai giovani, alle donne e nel Mezzogiorno”, ha detto Landini.
“Noi condividiamo gli obiettivi e le scelte di sistema contenuti nel piano predisposto dal Governo sul Recovery Plan. Chiediamo la disponibilità del Governo ad approfondimenti sulle singole questioni anche per valutare i dettagli ed i risultati economici ed occupazionali attesi. Ma deve essere chiaro chi gestisce i progetti e come avviene concretamente l’attuazione degli investimenti”, ha detto la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan.
“Abbiamo chiesto il coinvolgimento delle parti sociali nella fase di predisposizione e implementazione del Piano, attraverso dei tavoli di lavoro su ogni singola missione, allo scopo di definire un cronoprogramma degli impegni di spesa per monitorare l’efficace implementazione e gli impatti – ha spiegato il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri -, soprattutto occupazionali. Crediamo nell’assoluta necessità di sviluppare parallelamente investimenti e riforme”.
(ITALPRESS).

More articles

Latest article

Pirlo chiede tecnica e pazienza “Col Porto è come una finale”

TORINO (ITALPRESS) - "La Juve deve fare una partita molto tecnica perchè affronteremo una squadra molto compatta, con due linee molto strette, ci sarà...

In occasione della festa della donna, ritorna ‘Feminism’: la Fiera dell’editoria femminile

Le madrine della quarta edizione di Feminism sono la scrittrice Dacia Maraini e la storica Luisa Passerini.

Agnelli cita Draghi e avverte “Pensare a interessi collettivi”

TORINO (ITALPRESS) - Il presidente della Juventus e dell'ECA (European Club Association) Andrea Agnelli ha tenuto oggi un discorso in collegamento da Torino durante...

Recovery, Franco “Una priorità, risorse da fine estate”

ROMA (ITALPRESS) - "Il piano rappresenta certamente una priorità per il Governo, per il Paese e per il ministero dell'Economia. Questo è il primo...

Covid, via libera al vaccino AstraZeneca anche per gli over 65

ROMA (ITALPRESS) - Con una circolare firmata dal direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza, arriva il via libera all'uso del vaccino...