16.8 C
Rome
venerdì, Dicembre 9, 2022

TAG

Nielsen

Mercato pubblicitario: 2021 boom, crescita più contenuta nel 2022

Per l'andamento pubblicitario del 2022 molto dipenderà dall’evolversi delle crisi dell'aumento dei costi delle materie prime ed energia.

A novembre pubblicità a +2,7%, Nielsen: “ripresa consolidata nel 2021”

A novembre molto bene il settore Media/Editoria, che porta il contributo maggiore con una crescita del +58,6% rispetto allo stesso mese 2020.

Pubblicità, Nielsen: prosegue trend positivo a ottobre (+5,2%)

Sono 18 i settori merceologici in crescita a ottobre, il contributo maggiore è portato, in particolare, dal settore Media/Editoria (+49,9%).

Nielsen, il mercato pubblicitario ha già superato i livelli del 2019

La ripresa sembra essere ormai consolidata e permette di prevedere una chiusura del 2021 in crescita a doppia cifra.

Pubblicità: crescita a luglio, recuperato il gap con il 2019

Il mercato pubblicitario in Italia chiude il mese di luglio a +6,9%, portando la raccolta pubblicitaria dei primi sette mesi a +23,1%.

Boom di acquisti nel mercato del libro nei primi sei mesi dell’anno: + 44% di copie e + 42% a valore

Analisi AIE su dati Nielsen, nel periodo 4/1-20/6 2021 sono stati venduti nei canali trade 15 milioni di copie di libri in più (+44%)

Ripresa della pubblicità a maggio, Nielsen: “Gap colmato entro fine 2021”

+64,6% rispetto allo stesso periodo del 2020. "Il percorso di crescita sul lungo periodo potrà essere colmato entro la fine dell’anno".

Aprile conferma la ripresa degli investimenti pubblicitari, dati Nielsen

Dopo un anno di rallentamenti e cali, il quarto mese del 2021 chiude con una crescita sensibile del +82,7%.

In ripresa gli investimenti pubblicitari, +30,7% a marzo. Nielsen: “Una crescita robusta”

Secondo le stime di Nielsen mancano ancora all’appello circa 125 milioni per tornare alla linea di crescita pre-crisi.

Pubblicità, Nielsen: a febbraio -12.3% “ci aspetta un anno non facilmente prevedibile”

Febbraio segna il confine tra il ‘prima’ e il ‘dopo’ per le nostre vite, l’economia ed anche per la nostra industry. Il dato negativo di febbraio 2021 non è dunque inaspettato.

Latest news