Rassegne stampa: ‘storico’ Accordo tra L’Eco della Stampa e Promopress

Dopo anni di contenzioso, firmata una intesa che regolamenta la riproduzione e comunicazione degli articoli per l’esclusiva e specifica finalità di fornire, in Italia e all’estero, rassegne stampa ai propri clienti.

Finalmente si è raggiunto un accordo tra le aziende editrici di quotidiani, rappresentati dalla FIEG, e la maggiore società, per clienti e fatturato, di Agenzia di ritagli stampa e il più grande operatore italiano di media monitoring.

La vertenza sulla liceità delle rassegne stampa era iniziata a settembre del 2012, con la costituzione della società di servizi della Federazione Italiana Editori Giornali.

Con una prima sentenza del 18 gennaio 2017 n. 816/2017, il Tribunale di Roma aveva affermato la piena liceità della attività di rassegna stampa.

La controversia è andata avanti per anni, con alterne vicende e con prese di posizioni a volte favorevoli alla FIEG, a volte a L’Eco della stampa.

Alla sentenza della Corte d’Appello di Roma, Sezione specializzata per le imprese, n. 3931/2019, depositata in Cancelleria il 12 giugno 2019, che ha confermato la legittimità dell’attività della società Eco della Stampa, rigettando l’appello avanzato da Promopress 2000, ha fatto eco l’opposta ordinanza dell’AGCOM che –  con la delibera n. 325 del 22 luglio 2020ha ordinato alla società di rassegne stampa la rimozione di alcuni articoli per violazione di copyright.

Da ultimo, si era pronunciato il Presidente del Consiglio di Stato che ha accolto l’istanza di sospensiva promossa da L’Eco della Stampa verso il provvedimento AGCOM, dopo la pronuncia in primo grado del TAR Lazio.

Il comunicato congiunto

Ora la guerra è finita. In un Comunicato stampa congiunto di ieri 25 novembre 2020, gli Editori aderenti al Repertorio Promopress e l’Agenzia di media monitoring L’Eco della Stampa annunciano di aver siglato un contratto di abbonamento per disciplinare il contenuto, le modalità e le condizioni per la fornitura del flusso digitale degli articoli pubblicati sulle testate cartacee e digitali aderenti al Repertorio.

L’accordo tra Promopress (società di servizi di FIEG) e L’Eco della Stampa, si legge nel comunicato: “E’ il primo frutto di una nuova fase di dialogo tra le parti, – fase promossa dai rispettivi legali, Avvocati Marco Annecchino e Lorenzo Bigliavolta a far leva sui valori condivisi e così raggiungere un’intesa che regolamenta, secondo condizioni in linea con quanto previsto per le altre imprese operanti nel settore, riproduzione e comunicazione degli articoli compresi nel Repertorio, per l’esclusiva e specifica finalità di realizzare e fornire, in Italia e all’estero, rassegne stampa ai propri clienti”.

I protagonisti

Repertorio Promopress (cui aderiscono 64 Aziende editoriali con 381 testate) è il marchio dell’attività di gestione dei diritti d’autore di Promopress 2000 Srl, società di servizi della FIEG – Federazione Italiana Editori Giornali.

L’Eco della Stampa SpA (180 dipendenti e circa 18milioni complessivi di fatturato) fondata nel 1901come agenzia di ritagli stampa – da Ignazio Frugiuele, e tuttora guidata dalla quarta generazione della famiglia, è il più grande operatore italiano di media monitoring (da stampa, web, social media, radio e tv) e media analysis.